UFASHON

Haute Couture Paris SS 2017, Chanel

“La moda non è qualcosa che esiste solo negli abiti.La moda è nel cielo,nella strada, la moda ha a che fare con le idee, il nostro modo di vivere, che cosa sta accadendo” diceva giustamente Coco Chanel e la sua maison continua a tastare il polso alla realtà, raccontandoci attraverso abiti incantevoli se non il mondo così com'è, almeno quello visto attraverso gli occhiali scuri del grande Karl Lagerfeld che firma una collezione haute couture spring/summer 2017 decisamente moderna, in cui tradizione e sperimentazione si sovrappongono felicemente al punto da non poter più dire con esattezza dove termina l'una e inizia l'altra. È questo il futuro dell'alta moda: cercare nuove strade, nuove forme espressive. Nella mente resta fisso il ricordo di quelle già battute, ma è chiaro che per Chanel è tempo di andare oltre, lontano da loro e, pur portandole nel cuore perchè fanno parte del dna della maison parigina, lanciarsi alla scoperta di una “nuova America”, mollare gli ormeggi e viaggiare. Ed è un viaggio nel presente in cui già sono piantati i semi del futuro quello che intraprende Chanel con le sue iperboliche creazioni. Il design è la parola chiave di questa collezione che gioca con l'architettura pur proponendo abiti perfettamente indossabili, reali. L'alta moda di Chanel, proprio come insegnava Mademoiselle, deve esistere nel presente e deve saperlo raccontare. Ma qual è il presente? Noi comprendiamo il mondo dal modo in cui recuperiamo i nostri ricordi, li riordiniamo in informazioni e le trasformiamo quindi in storie per giustificare cosa proviamo a riguardo di ciò che succede a noi ed intorno a noi. E questo Karl Lagerfel lo sa bene, in una collezione tra le più eclettiche e versatili ammirate finora, ma, che, per l'appunto, racconta il presente secondo Chanel. Sta a noi essere d'accordo o meno con questa visione che ha però il pregio, come sempre, di essere onesta, analitica e profonda, mai e poi mai superficiale.

 

Mood: La modernità del passato e della tradizione
Lunghezze: tutte, dal mini, al ginocchio, fino al lungo da sera
Ampiezze: skinny per cappotti, giacche dei tailleur in tweed stretti in vita da cinture di pelle su gonne al ginocchio; minidress larghi a balloon si stringono sul fondo; maxigonne alla caviglia abbinate a giacche skinny e strutturate
Colori: verde, giallo, rosa, grigio perla, verde petrolio, lilla, rosa bianco, kaki, nero, avorio, blue
Tessuti: tweed, raso, seta, organza, tulle, pelle, piume, tessuti sperimentali

Haute Couture Paris SS 2017, Chanel

"Fashion is not something that exists in dresses only. Fashion is in the sky, in the street, fashion has to do with ideas, the way we live, what is happening "rightly said Coco Chanel and her fashion house continues to take the pulse of reality, telling us through lovely dresses if not the world as it is, at least one seen through dark glasses of great Karl Lagerfeld that signs a resolutely modern haute couture spring/summer 2017 collection where tradition and experimentation overlap happily to the point that it could no longer say exactly where one ends and another begins. That's the future of high fashion: look for new ways, new forms of expression. In the mind remains fixed the memory of those memories, but it is clear that for Chanel is time to move away from them and, while bringing in the heart because they are part of the dna of the parisian maison, try to discover a "new America", cast off the mooring ropes and traveling.

And it's a journey into the present in which are already planted the seeds of the future what undertakes Chanel with its hyperbolic creations. Design is the key word of this collection playing with the architecture but, at the end, every creation is perfectly wearable, real for real women. Chanel's Haute Couture, just like used to say Mademoiselle Coco, must exist in the present and has to know tell. But what is the present? We understand the world the way we recover our memories, we reorder them into information and then turn them into stories to justify how we feel about what is happening to us and around us. And Karl Lagerfeld well knows that in one of the most eclectic and versatile collection admired so far but that, for the fact, says the present according to Chanel. It's up to us to be of agreement or not with this vision that has the advantage, as always, to be honest, analytical, deep and never superficial.

 

Mood: The modernity of the past and tradition
Lenght: mini, at the knees or long for evening time
Breadth: skinny coats and jackets tweed cinched at the waist by leather belts; minidress balloon shaked on the bottom; skinny and structured jackets combined with maxi skirt at the ankle
Colors: green, yellow, pink, pearl grey, liliac, white, kaki, black, ivory, deep blue
Fabrics: tweed, saton, silk, organza, tulle, leather, plumage, expermental fabrics

Share :